Eagles
Federazione Italiana Sport Del Ghiaccio
Elite Women’s Hockey League

A Kapfenberg doveva essere vittoria e vittoria è stata

L’obiettivo prima dell’incontro era chiaro: se non è bottino pieno è da considerarsi una sconfitta


Le Eagles Alto Adige sono partite di buon ora verso la Stiria con il peso di un inizio stagione non proprio brillante, anzi diciamo pure deludente. La vittoria per 6:0 contro le Highlanders che in passato avevano sempre dato del filo da torcere alle bolzanine è in un certo senso una liberazione a livello mentale.

Anche perché finalmente si sono sbloccate le giocatrici deputate a segnare.

La squadra di casa molto ringiovanita corre e crea anche qualche grattacapo alle Eagles, soprattutto se il livello di concentrazione si abbassa. Per questo motivo solo dopo il terzo gol, a metà della frazione centrale, la missione poteva considerarsi quasi compiuta.

Apre le danze Samantha Gius che sfrutta una corta respinta del goalie del Neuberg Katharina Schellnegger. Un passaggio criminale lungo la linea blu mette in moto il contropiede delle avversarie per fortuna ben controllato da Daniela Klotz che alla fine celebra il primo shut out della stagione. Poco prima della fine del primo tempo Valentina Bettarini carica il tiro dalla blu e gonfia la rete della squadra di casa. 

Circa a metà partita, arriva il gol della sicurezza: Franziska Stocker scocca un tiro deviato da Chelsea Furlani che fa centro. Non passa un minuto che Anna Callovini propone il classico tandem a Chelsea Furlani che ringrazia e porta il parziale sul 4:0 per le Eagles con un tiro rasente palo. Il Neuberg non demorde, ma capisce che la partita è finita.

Nel terzo tempo è ancora il capitano Chelsea Furlani a rimpinguare il bottino mentre a un minuto dal termine della partita Shelby Perry conclude con successo un assolo per il 6:0 finale. Oltre ad avere migliorato la percentuale di efficienza nel rapporto tiri – gol, la nota positiva è che la difesa si è dimostrata solida concedendo poco alle avversarie, ma non incassando gol.

Grazie alla vittoria le Eagles Alto Adige vanno a sette punti e conquistano il quarto posto ai danni del Budapest Selects che proprio sabato prossimo, 27 ottobre farà visita al Palaonda nell’ambito della campagna “Pink in the Rink”. Ricordiamo che le Eagles Alto Adige sono testimonial della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori LILT in relazione alla campagna di sensibilizzazione per la prevenzione del cancro al seno.

 

I dettagli della partita:

www.eishockey.at/de/s/livescores/