Eagles
Federazione Italiana Sport Del Ghiaccio

Sudden death del campionato

La fine della stagione 2019/20 sembra la sceneggiatura di un film distopico


Il coronavirus, come ampiamente temuto, ha paralizzato tutti i campionati dell'Europa centrale. In considerazione del pericolo rappresentato da questo virus, una decisione logica e ragionevole, perché limitare i contatti tra le persone è probabilmente l'unico modo per almeno rallentarne il contagio esponenziale.
Ma è un peccato che sia finita così. Le Eagles avevano tutte le carte in regola per il diciassettesimo titolo del campionato, il decimo negli ultimi 11 anni: tutte e 13 le partite fin qui disputate vinte, 111 gol segnati contro 12 gol subiti. Sarebbe stato il campionato di maggior successo negli ultimi cinque anni. Anche nella stagione 2016/17, quando le Eagles hanno dominato anche nella EWHL, in campionato non avevano totalizzato questi numeri.
Alla fine, ha vinto il virus. Le Eagles possono comunque sentirsi vincitrici morali.
A questo punto, è impossibile prevedere cosa accadrà la prossima stagione. Non si può escludere che le restrizioni degli spostamenti risultanti dall'emergenza sanitaria, getteranno la loro ombra sulla stagione 2020/21, perché è da vedere se e quando si riuscirà a debellare la pandemia. Ciò significherebbe mettere a rischio non solo l'EWHL, ma anche il campionato nazionale.
Speriamo che il senso di responsabilità delle persone porti alla sconfitta del coronavirus.
Anche per questo motivo, l’invito: #stayathome #ichbleibezuhause #iostoacasa