Eagles
Federazione Italiana Sport Del Ghiaccio

EWHL - Le Eagles subito rapaci

Nel doppio confronto contro il KMH di Budapest le aquile fanno incetta di gol


Le due protagoniste tra le protagoniste negli scontri conto il Budapest: Dani ed Ele.

 

15.09.2013 - Bolzano

2 incontri in 15 ore, 13 gol fatti, 0 gol subiti in 120 minuti. 4:0 il sabato, 9:0 la domencia. Questi dati testimoniano a favore della supremazia delle ragazze allenate da Max Fedrizzi in occasione dell'inaugurazione dell'EWHL 2013/14.

Le due vittorie hanno un comune denominatore: la squadra che fa squadra. Dal contesto emergono comunque due nomi. Eleonora Bonafini che mettendo a segno cinque reti ha fatto capire le sue intenzioni bellicose e e Daniela Klotz che subito all'esordio della stagione si è meritata due shut out. La differenza tiri della prima partita di 40 a 25 per contro lascia intendere che le Eagles hanno trovato sulla loro strada un grande portiere che risponde al nome di Aniko Nemeth, non per niente portiere della Nazionale ungherese.
Sabato sera il nervosismo è tangibile. Serve il gol della rientrante Samantha Gius al 16° del primo tempo per scrollarsi di dosso la catalessi. E Samy lo fa nel modo che conoscevamo: si trova sempre al posto giusto nel momento giusto. Nella fattispecie quando la Nemeth non trattiene un disco scagliatole addosso da Anna De La Forest. Le padrone di casa fanno loro la partita nel secondo tempo con due gol nel breve volgere di cinque minuti. Dapprima Anna De La Forest sfrutta i preparativi di Beatrix Larger e Chelsea Furlani, poi Eleonora Bonafini si beve la squadra avversaria al completo e insacca. Tutti i tentativi delle magiare sono preda invece del portiere delle aquile. A 10 minuti dal termine timbra il cartellino anche "la nuova", Eleonora Dalprà con un affondo nello slot e tiro di rovescio sotto la traversa.

La partita di domenica, nei minuti iniziali è invece chiaramente appannaggio delle ospiti di Budapest che mettono alla corda e in crisi la squadra di casa. Buon per lei che come dal nulla Beatrix Larger si inventa l'1:0 che sconcerta le ungheresi. E va anche peggio in quanto due minuti dopo Giorgia Battisti nella nuova versione centro, si incunea nella difesa avversaria e appoggia per l'accorrente Eleonora Bonafini alla quale basta un tocco per segnare. Come se non bastasse, la ragazza di Spiazzo, Val Rendena poco dopo porta il risultato sul 3:0.
La seconda frazione di gioco inizia nel migliore dei modi per le Eagles: dopo appena 18 secondi Anna De La Forest segna sulla più incredibile delle palombelle. La futura avvocatessa, a differenza di Paganini, si ripete e al 35° insacca nuovamente. Sul 5:0 il Budapest cambia portiere, ma il risultato è ormai compromesso. Non si è nemmeno scaldata bene che è costretta a capitolare su un tiro di Eleonora Bonafini. 6:0 è il parziale dopo 40 minuti. Anche l'ultima frazione di gioco inizia coi fiocchi: dopo appena 17 secondi Anna De La Forest ringrazia il gran lavoro di capitan Chelsea Furlani e marca la tripletta personale. Un minuto dalla sirena finale la bestia nera del Budapest, Eleonora Bonafini segna in superiorità numerica mentre il 9:0 è opera di Carola Saletta su assist di Anna De La Forest.

Inizio col botto quindi per le campionesse d'Italia che dimostrano già ottima intesa e buona forma fisica.

I referti delle due partite possono essere scaricati dal sito alla voce Media/Downloads.