Eagles
Federazione Italiana Sport Del Ghiaccio

Minimo sindacale per le Eagles: 2 punti in due partite

I due incontri validi per l’EWHL contro le aquile di Salisburgo in somma finiscono meglio per le austriache.


Eleonora Dalprà: suo il penalty decisivo nella partita di domenica.

 

Nella partita di sabato le ragazze dell’Hockey Academy devono colmare il vuoto lasciato da ben 5 assenti: Anna De La Forest, Elena Ballardini, Michelle Masperi, Eleonora Bonafini e Eleonora Dalprà. Formazione largamente rimaneggiata per Max Fedrizzi e si vede. La squadra, pur registrando 39 conclusioni contro le 29 del Salisburgo e nonostante  la traversa e il palo colpiti rispettivamente da Diana Da Rugna e Chelsea Furlani nel secondo tempo, stenta a farsi veramente pericolosa e quando ci riesce trovano in Paula Marchhart un baluardo insormontabile. Finisce 3:0 per le nipoti di Mozart che vanno a segno con Jordan Brickner (2) e Kristina Brown.

 

Completamente diversa la partita domenicale. Torna Eleonora Dalprà e la squadra ne guadagna. Ottima impressione ha destato l’appena tredicenne difensore Nadia Mattivi al debutto in EWHL. 

Le bolzanine si buttano in avanti intenzionate a non lasciare il campo ancora da sconfitte. Il goalie della Nazionale austriaca Paula Marchhart spesso è chiamata agli straordinari. Contro l’andamento della partita le ospite vanno in vantaggio al 17° con Rebecca Rosen che riesce a sfuggire alla retroguardia delle Eagles. Al 19° le Eagle pareggiano i conti. Giorgia Battisti difende bene il disco e lo appoggia a Samantha Gius che non sbaglia. E’ come una liberazione. Le Eagles iniziano a giocare come sanno fare. Come dire... il gol mette le ali, nonostante lo slogan sia tipicamente salisburghese.

Inizia bene per le Eagles il secondo tempo: una situazione di superiorità numerica  al 1° minuto viene sfruttata quasi allo scadere. Anneke Orlandini mette il disco davanti alla porta del Salisburgo e Tanja Larger, deposita il disco in rete. Al 18° del secondo tempo Nadine Zaccherini, servita da Giorgia Battisti, fa partire una delle sue bordate micidiali dalla linea blu che s’insacca alle spalle della Marchahrt. Le ospiti sembrano al tappeto.

Il terzo tempo è suspence pura con continui rovesciamenti di fronte e i due portieri a fare da protagonisti. Al 19° il Salisburgo riesce a farsi sotto con il 3:2 ad opera ancora di Rebecca Rosen dopo un batti e ribatti evidenziando una lacuna della difesa bolzanina, cioè quella di agire poco decisa davanti alla propria porta. Quando tutti pensano già alla risicata vittoria, a 9 secondi dal termine il Salisburgo riesce addirittura a pareggiare con Kristina Brown che praticamente spinge in porta tutto ciò che le si oppone. I supplementari finiscono a reti bianche, quindi si va alla lotteria dei penalty. Nulla di fatto per il Salisburgo che non riesce a sfruttare le tre opportunità mentre sul versante Eagles Eleonora Dalprà mette dentro il disco decisivo per il 4:3 finale. 

La vittoria frutta comunque due punti importanti stante il fatto che in caso di parità di punti con il Salisburgo, lo scontro diretto è a favore delle bolzanine. 

 

Domenica  24 novembre alle ore 18 le Eagles saranno impegnate in campinato alla Sill ospitando il Feltreghiaccio. La prossima partita in EWHL avrà luogo sempre a Bolzano il 30 novembre contro le sorprendenti debuttanti austriache delle Neuberg Highlanders.